Infrastrutture e sviluppo del territorio: a REbuild 2015 le best practice

Infrastrutture come capitali sociali, che generano valore senza venire meno al compito di rispettare l’ambiente circostante. Come per l’AutoBrennero, esempio europeo di sostenibilità e forte legame con il territorio. A REbuild 2015, convention nazionale sull’innovazione della riqualificazione e della gestione immobiliare (Riva del Garda – 25 e 26 giugno), si parlerà dei migliori esempi di infrastrutture che connettono, creano sviluppo ed elevano il valore immobiliare.

***

Lo sviluppo del territorio, l’attrazione degli investimenti e l’aumento del valore del patrimonio edilizio passano dal dialogo tra pubblico e privato, campo su cui si gioca l’importante partita della rigenerazione.

In questo quadro, il ruolo delle infrastrutture è cruciale: ponti, strade e viadotti promuovono il territorio favorendo gli scambi e le esperienze, ma hanno un forte impatto e ricaduta sulle operazioni di rigenerazione urbanaLo sviluppo o la riqualificazione di un’infrastruttura può rendere possibile operazioni di ripristino di aree e quartieri grazie all’aumento dei valori fondiari o dell’attrattività dell’area stessa. Ma l’impossibilità di rinnovare l’infrastruttura può rappresentare anche un freno a processi di riqualificazione, che non troverebbero poi riscontro dell’extra valore apportato in quanto penalizzati dal contesto infrastrutturale che li circonda. Ed è questo il rischio che corre l’Italia. Oggi la spesa per le infrastrutture infatti è al livello più basso dal 2000 a testimonianza, oltre che della crisi, di una preoccupante diminuzione del valore strategico attribuito alla riqualificazione delle infrastrutture. Un “declassamento infrastrutturale” che conferma il rischio che molte infrastrutture, da opportunità per i territori, si trasformino in ostacoli allo sviluppo.

Esistono però esempi virtuosi che dimostrano quanto sia possibile e vantaggioso puntare sulla rigenerazione. Alcune delle più interessanti best practice in questo senso saranno presentate a REbuild, convention nazionale sull’innovazione della riqualificazione e della gestione immobiliare che si svolgerà a Riva del Garda il 25 e 26 giugno prossimi.

Tra i casi più eclatanti a livello europeo in termini di sostenibilità e dialogo con il territorio c’è, ad esempio, quello della A22L’Autobrennero, autostrada che collega l’antica via Emilia con le Alpi, l’Austria e quindi il nord Europa, costituisce un virtuoso esempio in termini di sostenibilità e dialogo con il territorio. In un Paese in cui ponti e vie di comunicazione sono a rischio, grazie ad un’attenta gestione di costi e risorse, la A22 genera e mantiene valore e qualità.

L’attenzione verso la sostenibilità e la riduzione dell’impatto ambientale l’ha sempre mantenuta su standard elevati soprattutto in termini di innovazione. Fu la prima autostrada italiana a dotarsi, ad esempio, di un’area di servizio che effettuava laraccolta differenziata e la compattazione dei rifiuti in back officeIl costante impegno in termini di tutela ambientale e sviluppo sostenibile si è concretizzato in ambiziose iniziative, tra cui ad esempio la previsione e realizzazione di ampi tratti dibarriere antirumore, l’utilizzo innovativo delle tecnologie fotovoltaiche, la realizzazione dell’impianto pilota di Bolzano sud per la produzione e distribuzione di idrogeno prodotto da fonti rinnovabili di energia nell’ambito del corridoio verde Monaco-Modena, dove si è immaginato di consentire all’utente di rifornirsi del vettore idrogeno almeno ogni 100 km.

L’Autobrennero, attraverso un forte dialogo con i territori che attraversa, sta implementando una serie articolata di iniziative che promuovono lo sviluppo degli stessiSia dal punto di vista viario, come nel caso del Distretto della ceramica, in Emilia, dove i collegamenti sono stati studiati per diminuire l’impatto logistico sul territorio, ma anche su assi infrastrutturali nuovi, come quello digitale. La banda larga, grazie alla fibra ottica che corre lungo l’autostrada, ha potuto raggiungere zone artigianali secondarie che hanno subito processi di insediamento, sviluppo e valorizzazione immobiliare decisamente differenti da quelle meno infrastrutturali.

Scarica il press kit REbuild 2015

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.