Quest’anno si torna a scuola con PickMyBook,  piattaforma web e app per vendere e comprare libri usati

È in arrivo PickMyBook, la prima piattaforma web pensata per comprare e vendere libri usatiUn sistema semplice che fa risparmiare economicamente sull’acquisto dei libri e allo stesso tempo permette di ottenere vantaggi in termini ambientaliCon PickMyBook l’innovazione si tinge di rosa: l’ideatrice è una giovane studentessa di diciotto anni.

***

D’ora in poi cercare un libro usato sarà più semplice. È in arrivo la prima piattaforma pensata per comprare e vendere libri usati. Si chiama PickMyBook (www.pickmybook.com) e permette di mettere in vendita i libri, senza limiti su anno di pubblicazione, numero di volumi e genere (narrativa, scolastici, etc). Da ottobre saranno disponibili anche le app per Android e iOS.

Sono diversi i fattori che spingono un lettore a cercare un libro al di fuori dei canali tradizionali. Capita che ci siano persone alla ricerca di un libro ormai fuori catalogo. Succede, come avviene in questo periodo, che la ricerca sia particolarmente sentita da famiglie e studenti alle prese con l’acquisto dei libri di testo per il nuovo anno scolastico. PickMyBook permette quindi di facilitare la ricerca di un libro usato, mettendo in contatto diretto domanda e offerta.

Il sistema funziona in modo semplice. La ricerca su www.pickmybook.com avviene in base a distanza, prezzo, feedback del venditore. A quest’ultimo viene richiesto di scattare una foto a tre pagine scelte in modo casuale: in questo modo il potenziale acquirente può valutare già on line lo stato del libro (sottolineato, piegato, bagnato).

Il sistema non prevede spedizioni (e conseguenti ritardi o problemi nella consegna). Lo scambio avviene infatti a mano. Chi acquista contatta direttamente tramite chat chi vende per mettersi d’accordo sulla data e sul luogo per ricevere e pagare il libro.

L’originalità di PickMyBook non si ferma qui. Il progetto è la dimostrazione che l’innovazione tecnologica non è appannaggio esclusivo di programmatori specializzati: la mente del progetto è infatti una giovane studentessa 18enne, Arianna Cortese.

È lei l’ideatrice di PickMyBook: “Ho vissuto in prima persona l’esigenza di reperire i libri di testo cercando di contenere al massimo la spesa. Da questa esperienza è partita l’idea che ha portato alla creazione di PickMyBook. Un sistema semplice che fa risparmiare economicamente sull’acquisto dei libri e allo stesso tempo permette di ottenere vantaggi anche in termini ambientali. Acquistare un libro usato vuol dire infatti anche risparmiare sull’utilizzo di carta”.

Scarica il press kit PickMyBook

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.