Ermes Cyber Security: “Servono investimenti per proteggere obiettivi sensibili”

Accrescere la consapevolezza sui diritti della protezione dei dati e della privacy: è con questo obiettivo che il 28 gennaio si celebra la Giornata della Protezione dei Dati, istituita nel 2006 nella stessa data in cui la convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei dati, nota come “Convenzione 108”, è stata aperta alla firma nel 1981.

***

“L’introduzione della GDPR e alcuni dei più gravi data breach della storia hanno reso il 2018 un anno particolarmente difficile per la cyber security in tutto il mondo”, spiega Hassan Metwalley, founder di Ermes Cyber Security, startup dell’Incubatore I3P del Politecnico di Torino specializzata nella difesa delle aziende da parte dei pericoli del Web.

“Ormai ogni singolo aspetto della nostra quotidianità viene mediato da schermi e database e la Giornata della Protezione dei Dati – continua Metwalley – diventa un momento decisivo per tutte le istituzioni per riflettere sui prossimi passi  e soprattutto per sensibilizzare gli utenti del web sul tema della protezione dei dati personali: il Cyber Crime andrebbe combattuto in maniera sistematica, con investimenti per rinforzare infrastrutture informatiche pubbliche e private poiché riguarda non solo la vita privata dei cittadini ma anche il piano finanziario e geopolitico”.

“Oggi infatti i propri dati non vanno protetti solo per una mera questione di Privacy. Le informazioni dei profili, che vengono rubate dagli hacker nei data breach di tutto il mondo, vengono soprattutto utilizzate per realizzare attacchi informatici mirati, quindi cuciti sui singoli utenti, sui loro interessi, sulle esperienze passate, sulle connessioni familiari. Avere una conoscenza approfondita dei propri obiettivi – conclude il founder di Ermes Cyber Security – permette ai cyber criminali  di avere probabilità di successo 7 volte maggiore rispetto ad attacchi standard e di inserirsi anche nelle reti di settori strategici come quello dell’energia o della medicina”.

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.