Big data e retail: Scloby raggiunge il 306% di overfunding su Mamacrowd

Raggiunto e superato il goal della campagna di equity crowdfunding per la pmi innovativa che raccoglie e analizza i big data del mondo retail. A gennaio 2018 la società ha fatturato il +60% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.


***

Scloby, la pmi innovativa che ha creato la piattaforma cloud per gestire i processi di commercianti e ristoratori, ha chiuso in overfunding la campagna lanciata su Mamacrowd, la principale piattaforma italiana di equity crowdfunding, autorizzata e vigilata da Consob.

In due mesi infatti Scloby ha conquistato 116 investitori, raccogliendo 306.276 euro raggiungendo il 306% di overfunding rispetto al minimo capitale richiesto (100.000 euro).

fondi raccolti su Mamacrowd, che si uniranno ai 595.000 euro concessi da Invitalianell’ambito del bando Smart&Start, saranno utilizzati da Scloby per assumere figure di vendita senior e nuovi esperti per l’utilizzo dei big-data, investire in ricerca & sviluppo per migliorare il prodotto esistente e realizzare soluzioni scalabili per gli imprenditori di oggi. Inoltre, Scloby si concentrerà sull’internazionalizzazione del prodotto, avviando nuove sperimentazioni in alcuni Paesi europei come Germania, Francia, Austria, Polonia, Portogallo e Repubblica Ceca, che andranno ad aggiungersi a quelle già avviate in Spagna, Irlanda e Malta.

“La campagna di crowdfunding su Mamacrowd, che permette a chi investe nel progetto di diventarne socio a tutti gli effetti, ha portato a Scloby una forte visibilità commerciale: abbiamo aumentato le vendite dei nostri punti cassa e allargato il nostro network, inserendo investitori che già stanno offrendo opportunità e know-how che serviranno a Scloby per crescere a livello nazionale e internazionale”, spiega Francesco Medda, CEO di Scloby. “Una grande soddisfazione è stata scoprire che tra coloro che hanno sottoscritto quote di investimento su Mamacrowd ci sono numerosi clienti Scloby, a conferma del livello di fiducia e soddisfazione nei confronti della piattaforma e del servizio che offre”.

Nata nel 2013 presso l’Incubatore I3P del Politecnico di Torino, Scloby è un “punto cassa” innovativo, prima piattaforma proprietaria cloud aperta agli sviluppatori di terze parti che non soltanto permette a commercianti e ristoratori di amministrare operazioni quotidiane come l’emissione degli scontrini e la gestione magazzino, ma consente anche di rispondere alla necessità di raccolta e analisi di big-data in tempo reale, utili a migliorare le strategie di vendita e profilare in modo accurato i propri clienti.

La soluzione Scloby è multipiattaforma: installando l’app Scloby su un comune tablet, smartphone o computer, è possibile emettere scontrini fiscali, fatture, gestire il magazzino e le relazioni con i propri clienti. Permette anche la collaborazione tra più utenti in tempo reale, che possono così seguire le vendite ovunque si trovino e nasce con una predisposizione all’integrazione con i servizi cloud e all’analisi dei dati. Ad oggi, Scloby è l’unica soluzione in Italia ad offrire API pubbliche per gli sviluppatori per dare loro la possibilità di personalizzare ed integrarsi con la piattaforma.

 

Il bilancio 2017 di Scloby ha evidenziato un fatturato in crescita del 100% rispetto al 2016 e il raggiungimento del break even. A gennaio 2018 la società ha fatturato circa il +60% rispetto allo stesso mese del 2017. Nell’ultimo anno i clienti sono cresciuti del 100% e la loro percentuale di fedeltà è confermata al 95%.

Ad oggi Scloby, che collabora tra gli altri con Desigual, Metro Cash&Carry, Expo Milano 2015, BEFeD e Frescobaldi, ha installato più di 400 punti cassa e raccolto dati relativi ai commercianti attraverso 70 milioni di euro transati, 6 milioni di scontrini emessi e 600mila clienti finali.

“Dietro il commercio al dettaglio – aggiunge Francesco Medda – esiste una quantità di dati del valore di miliardi di euro. Investire in Scloby consente di intercettare questo “tesoro”: con la piattaforma di big data analysis ‘Scloby Analytics’, supportiamo i venditori nell’analisi delle informazioni sui clienti, rendendoli competitivi con gli e-commerce”. Non a caso, risulta in crescita la richiesta di integrazione con la piattaforma da parte di alcuni grandi players di soluzioni per i settori retail e Horeca complementari a Scloby.

Tra le partnership più interessanti spicca quella con Epson, leader mondiale nello sviluppo di soluzioni tecnologiche per il mercato retail: le due aziende hanno raggiunto un nuovo traguardo tecnologico con il lancio sul mercato del registratore telematico che per la prima volta in Italia ha permesso ai commercianti di dotarsi di un dispositivo in grado di trasmettere in cloud all’Agenzia delle Entrate gli incassi giornalieri, permettendo di dismettere definitivamente gli archivi cartacei.

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.