Saldi, gli acquisti crescono del 34%. Italiani sempre più smart: pagano con contactless ed Apple Pay

I saldi di inizio anno fanno registrare un aumento delle spese da parte degli italiani del 34% rispetto alla settimana precedente, con preferenze evidenti nei settori abbigliamento (88% degli scontrini) e calzature (68%).
In crescita i pagamenti “smart” con contactless ed Apple Pay (+40%).
A rivelarlo è Scloby, il punto cassa innovativo che analizza i big data nel campo retail.
***

Abbigliamento e calzature gli acquisti preferiti degli italiani durante la prima settimana di saldi invernali 2018*. Gli scontrini infatti non mentono: rispetto alla settimana che ha preceduto gli sconti di fine stagione, gli italiani hanno approfittato delle promozioni in tutti i negozi del territorio per comprare soprattutto capi di abbigliamento (88,70%), scarpe (68,21%), accessori (43,02%).
Sempre più numerose inoltre  le vendite di smart device come smartwatch o auricolari hi-tech, che rispetto al 2017 mostrano un incremento del 12%.
A rivelarlo sono i dati di Scloby, il punto cassa innovativo che permette ai commercianti di raccogliere e analizzare big-data del mondo retail in tempo reale.

“I saldi invernali si sono rivelati una buona occasione per rinnovare il guardaroba a prezzi più bassi”, spiega Francesco Medda, CEO di Scloby. “Emerge infatti che rispetto alla settimana precedente c’è stato complessivamente un aumento del 34,13% delle vendite”. Una tendenza che ha giovato anche dal punto di vista occupazionale: Scloby segnala infatti che mediamente è stato assunto un commesso in più in ogni negozio, mentre gli orari di attività risultano prolungati di circa 50 minuti.
“Tuttavia – aggiunge Medda – è da sottolineare come rispetto allo scorso anno l’interesse degli italiani per i saldi di inizio anno sia andato diminuendo: si registra infatti una contrazione del 18% rispetto alla prima settimana di vendite promozionali del 2017”.

Più della metà degli acquisti sono stati fatti dalle donne; inoltre le compere di inizio anno rivelano la propensione da parte degli italiani ad essere sempre più smart. Se è vero che il 51% ancora preferisce il contante, il 49% fa pagamenti in cassa con formato elettronico, utilizzando tra gli altri anche metodi di pagamento come Satispay: in particolare, Scloby segnala come i pagamenti con carte contactless o con lo smartphone tramite Apple Pay siano aumentati del 40% rispetto al gennaio precedente. A dimostrarlo la prima vendita registrata da Scloby durante i saldi a Milano: un paio di scarpe eleganti da uomo, pagate proprio con lo smartphone.

Il “punto cassa” che conquista l’equity crowdfunding
Scloby è un “punto cassa” innovativo, prima piattaforma proprietaria cloud aperta agli sviluppatori di terze parti che non soltanto permette a commercianti e ristoratori di amministrare operazioni quotidiane come l’emissione degli scontrini e la gestione magazzino, ma consente anche di rispondere alla necessità di raccolta e analisi di big-data in tempo reale, utili a migliorare le strategie di vendita e profilare in modo accurato i propri clienti. Un’idea che ha conquistato gli investitori: Scloby infatti ha raggiunto e superato in poche ore l’obiettivo di raccolta di 100.000 euro fissato con la campagna lanciata sulla principale piattaforma italiana di equity crowdfunding Mamacrowd.com.

Il round è andato in overfunding ma la campagna resterà comunque attiva fino al 26 febbraio 2018 e potrà raccogliere fino a  400.000 euro. Per partecipare alla campagna è sufficiente iscriversi alla piattaforma Mamacrowd.com, autorizzata e vigilata da Consob, scegliere l’importo e investire con facilità direttamente online.

La soluzione Scloby è cross-platform: installando l’app Scloby su un comune tablet, smartphone o computer, è possibile emettere scontrini fiscali, fatture, gestire il magazzino e le relazioni con i propri clienti. Permette anche la collaborazione tra più utenti in tempo reale, che possono così seguire le vendite ovunque si trovino e nasce con una predisposizione all’integrazione con i servizi cloud e all’analisi dei dati. Ad oggi, Scloby è l’unica soluzione in Italia ad offrire API pubbliche per gli sviluppatori per dare loro la possibilità di personalizzare ed integrarsi con la piattaforma.

 

*L’analisi è stata fatta in 200 negozi di Milano che erogano scontrini attraverso i sistemi di Scloby

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.