Dai palazzi di Milano alle miniere siciliane: centinaia di appuntamenti in tutta Italia con la Settimana del Pianeta Terra

Dalle escursioni nelle miniere della Valle d’Aosta e della Sicilia, alle passeggiate tra i portoni dei palazzi storici di Milano; dalla visita al Parco di Portofino per scoprire la “montagna affacciata sul mare”, ai percorsi romani sulle tracce dei terremoti storici: sono centinaia gli appuntamenti che in tutto il Paese permetteranno di scoprire le curiosità legate al nostro territorio.

***

Con centinaia di Geoeventi organizzati in tutta Italia, torna per il quinto anno la Settimana del Pianeta Terra, il festival nazionale di divulgazione scientifica che si svolgerà dal 15 al 22 ottobre. Per un’intera settimana, geologi, ricercatori e divulgatori scientifici racconteranno le bellezze del territorio italiano e trasmetteranno entusiasmo per le scienze e per la ricerca.

“Siamo orgogliosi che la Settimana del Pianeta Terra sia diventato il principale appuntamento delle Geoscienze in Italia”, sottolinea Silvio Seno, professore ordinario di Geologia strutturale presso l’Università degli Studi di Pavia e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra. “La quinta edizione sarà dedicata alla scoperta delle risorse naturali grazie ai ‘Geoeventi’ organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi, musei e mondo professionale”.

“Il nostro obiettivo è quello di far conoscere, in maniera divertente e originale, il patrimonio geologico e naturale del Paese ma anche di avvicinare giovani e adulti ad un mestiere importante come quello del Geologo”, aggiunge Rodolfo Coccioni, professore ordinario di Paleontologia all’Università di Urbino e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra.

In Liguria alla scoperta della “montagna affacciata sul mare”
Per la Settimana del Pianeta Terra sarà possibile fare un’escursione all’interno del Parco di Portofino alla scoperta dei due principali tipi di rocce del Promontorio che ne hanno condizionato le forme e la vegetazione. Una vera e propria “montagna affacciata sul mare”, costituita dal conglomerato di Portofino e dal Calcare del Monte Antola, dove la vegetazione e la fauna sono uniche e strettamente legate alle scogliere a picco sul mare, alle cavità nel conglomerato e alle sorgenti d’acqua dolce.

Geologia tra i palazzi: le pietre degli ingressi di Milano
Uno dei mantra della Settimana del Pianeta è che i luoghi più insoliti, spettacolari e meno conosciuti si trovano proprio a due passi da casa. Proprio per questo a Milano Grazia Signori, dell’Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti di Bergamo, accompagnerà i cittadini più curiosi per le vie di Milano, lungo un percorso inedito alla scoperta delle pietre selezionate da progettisti, famosi e non, che sono poi state tagliate, lavorate e posate da artigiani straordinariamente capaci negli ingressi dei palazzi della città, per renderli preziosi, accoglienti ed eleganti. L’itinerario, che partirà dalla libreria Taschen di Milano, si svilupperà ad anello e in varie tappe permetterà di illustrare quanto i marmi e le pietre che rivestono gli ingressi di Milano possono raccontare della storia geologica del Pianeta Terra.

A scuola con il geologo
Il 20 ottobre in contemporanea in 16 regioni si svolgerà l’evento “La terra vista da un professionista: a scuola con il geologo”: l’appuntamento permetterà di capire, attraverso un percorso interattivo, l’importanza del ruolo del geologo e della diffusione della cultura geologica quale elemento necessario per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente e per una maggiore consapevolezza dei rischi naturali.

Arte e musica nelle miniere, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia
Con la Settimana del Pianeta Terra sarà possibile conoscere da vicino la vita dei minatori, con visite guidate arricchite da momenti straordinari: nel sito minerario di Servette in Valle d’Aosta ci saranno interventi musicali in punti significativi del sito, una sessione artistico-creativa ispirata al colore caratteristico del fango delle gallerie che, in tutte le sue sfumature, diventerà materia ed elemento cromatico per creare personalissime opere d’arte. In Sicilia, a San Cataldo, la miniera di Gabbara farà da sfondo alla rappresentazione teatrale della vita delle miniere e dello sfruttamento dei “Carusi”, nonché della novella di Pirandello “Ciaula scopre la luna”.

I terremoti storici di Roma: le tracce sul Colosseo
È possibile leggere i terremoti storici nei monumenti di Roma? Insieme a Maria Grazia Ciaccio, ricercatrice sismologa dell’INGV, durante la Settimana del Pianeta Terra sarà possibile percorrere il centro di Roma scoprendo le tracce che i terremoti del passato hanno lasciato su alcuni dei più importanti monumenti della Capitale: dal Colosseo alla colonna Aureliana, passando per le torri medievali dei Conti e delle Milizie e per la colonna Traiana. Una passeggiata che spiegherà anche come sia aumentato negli anni il rischio sismico di questa città, che richiede una speciale tutela del suo immenso patrimonio artistico, culturale e storico.

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.