Telemedicina: oltre settemila esami ECG con l’elettrocardiografo portatile CardioPad Pro in soli dodici mesi

Crescono i numeri della telemedicina: dal 2014 sono state 82.724 le telerefertazioni ECG effettuate da Telemedico, di cui 7.152 utilizzando CardioPad Pro, l’innovativo elettrocardiografo portatile di Biotechware. È questo il futuro della prevenzione che permette di abbattere le barriere geografiche avvicinando la medicina specialistica alle persone anche in comuni e frazioni italiani lontani dall’ospedale, e di individuare e curare tempestivamente anomalie della funzione cardiovascolare talvolta silenti e potenzialmente letali.

***

Pratica, economica, sicura, veloce e sotto casa: grazie all’innovazione e alla tecnologia, la telemedicina migliora ogni giorno rispondendo ai bisogni sempre maggiori della popolazione.
A dimostrarlo sono i numeri: dal 2014, Telemedico, il primo centro di ascolto telecardiologico in Italia, ha registrato 82.724 refertazioni ECG, di cui 7.152 effettuate con CardioPad Pro, l’innovativo elettrocardiografo portatile ideato e prodotto dalla startup italiana Biotechware.

Un fenomeno in continua crescita: dal 1 gennaio 2016 si è infatti rilevato un aumento del 50% ogni mese sulle richieste di refertazione a distanza, segno della forte necessità di un servizio affidabile e in tempi rapidi.
La tecnologia di CardioPad Pro e l’efficienza del centro servizi Telemedico permettono di avere in pochi minuti una diagnosi precisa e affidabile refertata da un’équipe di cardiologi selezionati e qualificati.

Inoltre, grazie ad un servizio più vicino al cittadino, nella farmacia sotto casa invece che in un ospedale magari geograficamente distante e con lunghi tempi di attesa, aumenta la possibilità di individuare tempestivamente problematiche cardiologiche evitando possibili ed improvvise tragedie. Dei 7.152 esami effettuati con CardioPard Pro, infatti, sono state ben 29 le indicazioni al ricovero permettendo in molti di questi casi di salvare la vita delle persone.

Con una media di soli 3 minuti per i teleconsulti e 6 minuti per le telerefertazioni,  CardioPad Pro raccoglie i dati , li invia al centro di ascolto di Telemedico e rende il referto firmato dal cardiologo immediatamente disponibile e consultabile online tramite un portale dedicato cui possono accedere sia il professionista sanitario sia l’utente stesso. Grazie all’utilizzo di sistemi di crittografia molto avanzati viene garantito il massimo della sicurezza.

“La novità di questi strumenti sta nella capacità di unire una tecnologia altamente avanzata alla qualità e alla competenza della refertazione, per garantire un servizio affidabile per la prevenzione e la diagnosi a distanza delle malattie cardiovascolari”, spiega Alessandro Sappia, co-founder di Biotechware e inventore di CardioPad Pro. A differenza di altri strumenti per l’autoanalisi, CardioPad Pro assicura la registrazione professionale di elettrocardiogrammi e si avvale di una piattaforma cloud per la memorizzazione, elaborazione e trasmissione dei dati, che ha ottenuto la marcatura CE 0426 come dispositivo medico attivo destinato alla diagnosi, indipendente dallo strumento. “CardioPad Pro – aggiunge Sappia – non è soltanto sicuro, ma è anche facile da utilizzare grazie al display touch screen e ad un’interfaccia intuitiva che guida l’operatore per l’intero processo, dal posizionamento degli elettrodi fino all’invio dei dati al centro di refertazione. In questo modo, la telemedicina è in grado di arrivare ovunque, nelle farmacie, nelle scuole, nei centri sportivi: ad ora, il dispositivo CardioPad Pro è diffuso prevalentemente in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Marche e Abruzzo”.

Nell’ambito dell’edizione 2016 dell’Italia Master Startup Award del PNICube, Biotechware si è aggiudicata Premio “Franci@Start-Up” per il suo CardioPAD Pro: il riconoscimento, messo in palio dall’Ambasciata di Francia in Italia, permetterà agli startupper di Biotechware di soggiornare in Francai per conoscere le opportunità d’oltralpe per sviluppare la propria attività, per favorire la realizzazione di collaborazioni tecnologiche con enti/aziende francesi ed incontrare gli attori dell’innovazione e potenziali partner per sviluppare il progetto.

 

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.