Rapporto Riparazioni 2015: in Veneto l’officina più conveniente, maglia nera per la Lombardia

Secondo il Rapporto Riparazioni 2015 elaborato da RiparAutOnline.com, in cima alla classifica dei preventivi più cari per le riparazioni auto troviamo la Lombardia, mentre ad Albignasego (PD) l’officina più economica.
Kit di distribuzione, paraurti e tagliando gli interventi maggiormente richiesti, con gli uomini che mettono più mano a motore e impianto frenante, e le donne che preferiscono occuparsi di carrozzeria, tagliando e cambio gomme.
Il sito, che permette di confrontare online preventivi per la riparazione del proprio veicolo, nel 2014 ha permesso agli utenti un risparmio complessivo di oltre un milione di Euro, evitando l’emissione di 40,6 tonnellate di CO2.

***

RiparAutOnline.com, portale che permette agli utenti di richiedere e confrontare online preventivi per la riparazione e la manutenzione del proprio veicolo, pubblica il Rapporto Riparazioni 2015.

Il documento, elaborato sulla base delle più di 25.000 richieste effettuate sul portale nell’anno 2014, oltre a fotografare lo ‘stato di salute’ dei veicoli circolanti in Italia traccia un quadro sui prezzi e sui risparmi ottenuti attraverso il servizio.

Interventi meccanici i più richiesti, Maggio il mese preferito, aumentano effrazioni

Nella classifica delle categorie di intervento richieste, al primo posto si confermano quelli di tipo meccanico con il 52% di query (in crescita rispetto al 41% del 2013), mentre al secondo posto quelli di carrozzeria con il 21% (in calo rispetto al 29% del 2013).

Significativo il dato sulle installazioni di impianti GPL: se nel 2013 erano l’8% delle domande di intervento, nel 2014 solo calate drasticamente al 2%.

I mesi a ridosso dell’estate sono quelli in cui gli automobilisti effettuano più interventi, favoriti evidentemente dai viaggi legati a ponti e vacanze imminenti: Maggio è il mese più gettonato, seguito da Aprile e Giugno.

La sostituzione del kit di distribuzione (cinghia di distribuzione, cuscinetti, tenditore e pompa dell’acqua) è stata la tipologia di riparazione più cliccata nel 2014, con il 21,95%. Questo dato conferma l’attenzione verso il risparmio da parte degli utenti, che si rivolgono al web per interventi molto costosi su cui è possibile avere un margine maggiore di risparmio.

Sul podio, poi, anche la sostituzione dei paraurti (18,04%) e il tagliando (17,9%), seguiti dalle richieste di manutenzione della frizione (15,66%) e la sostituzione di un vetro in seguito a effrazione (9,92%).

In relazione a quest’ultimo dato, è allarmante anche l’aumento di richieste per la sostituzione della serratura in seguito di un tentativo di forzatura: +20%.

Lombardia la più costosa, ad Albignasego (PD) la più economica

La sostituzione del kit di distribuzione è stato anche l’intervento “tipo” scelto dal portale per l’analisi dei prezzi.

Da questa analisi emerge la geografia dei costi delle riparazioni in Italia: su sei modelli di auto scelti per la comparazione, ad esclusione di uno, tutti i preventivi più costosi arrivano dalla Lombardia. Regine del risparmio invece due officine di Milano (quindi città “croce e delizia” per i consumatori) e Padova, che fa registrare prezzi più economici in due casi su sei, con il caso di Albignasego (PD). Qui si evidenzia la differenza maggiore di prezzo tra il preventivo più basso e il prezzo medio, con uno scarto di 242 Euro, risultando così la più economica d’Italia.

Profilo degli utenti

L’analisi dei dati 2014 ha riguardato anche il profilo degli utenti: il 77,2% degli utilizzatori è stato di sesso maschile. Gli utenti di sesso femminile sono stati, di conseguenza, il 22,8%. Per quanto riguarda le fasce d’età quasi il 30% degli utenti ha un’età compresa tra i 25 e i 34 anni. La tipologia meno numerosa è quella degli over 65 (sotto l’8%).

Tra gli uomini prevalgono richieste per interventi sul motore e sull’impianto frenante, mentre le donne preferiscono occuparsi di carrozzeria, ma anche tagliando, cambio gomme e ricarica del climatizzatore.

Altro dato interessante, che dà un’indicazione sui tempi che cambiano, è quello relativo agli accessi da mobile: un terzo degli utilizzatori, infatti, accede al portale tramite smartphone o tablet.

Il parco auto italiano si svecchia

Un altro elemento che emerge dall’analisi dei dati 2014 riguarda il sensibile ringiovanimento del parco auto. L’età media dei veicoli su cui è stato chiesto un preventivo nel 2014 è stata di 8,4 anni (in diminuzione rispetto ai 9,1 del 2013). Di conseguenza è aumentata la fascia d’età delle auto che richiedono maggiori interventi. Il numero più alto di richieste proviene dai veicoli che sono stati immatricolati nel 2006 corrispondente a 8 anni di età al 2014 (nel 2013 era di sei anni).

Risparmi per un milione di euro

Rilevante è il risparmio economico complessivo che il portale ha permesso di ottenere agli utenti nel 2014: sommando tutte le richieste di preventivo, e confrontando per ognuna la differenza tra il prezzo più alto e quello più basso proposto, i visitatori di RiparAutOnline.com hanno risparmiato complessivamente 1.002.118 Euro in un anno, in aumento rispetto ai 550.000 euro del 2013, con una media 40 Euro a intervento.

Risparmio ambientale

I risparmi ottenuti attraverso RiparAutOnline.com hanno riguardato anche le emissioni di CO2: i 25.000 preventivi del 2014 hanno evitato agli utenti di percorrere 312.807 km nel caso avessero dovuto contattare personalmente le officine. Questo dato, moltiplicato per lo standard di emissioni di anidride carbonica di un’autovettura (130 g/km), ci consegna un risparmio di CO2 nel 2014 pari a 40,6 tonnellate (erano 26 nel 2013).

“I dati dimostrano che le possibilità di risparmio sulle riparazioni auto sono concrete” ha sottolineato Aurelian Vacariuc, amministratore di RiparAutOnline. “Gli automobilisti sembrano averlo capito e vista la crescita registrata l’anno scorso prevediamo che nel 2015 gli utenti del portale continueranno ad aumentare in modo significativo”.

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.