Avanzi di cibo, packaging e sughero: tutto si recupera a Giacimenti Urbani

Dal 21 al 23 Novembre alla Cascina Cuccagna di Milano si tiene la seconda edizione di Giacimenti Urbani, evento che in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti racconta con mostre, workshop e aperitivi come riparare, riusare e riciclare ogni rifiuto. Compresi packaging e sughero dei tappi.

***

Il rifiuto può essere considerato una risorsa? A dare risposta a questo interrogativo ci pensa Giacimenti Urbani, la mostra evento che si svolge alla Cascina Cuccagna di Milano dal 21 al 23 Novembre, e che ha come scopo proprio quello di far comprendere ai cittadini tutte le possibilità di recupero offerte dai rifiuti, dalle cialde del caffè ai piccoli elettrodomestici.

Giunto alla sua seconda edizione, Giacimenti Urbani si inserisce all’interno della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (www.ewwr.eu), allineato con il tema guida della Campagna Europea 2014, inaugura venerdì 21 novembre, alle ore 17.00, con un incontro dedicato alla “Lotta allo spreco di cibo”. In programma interventi sulla Food Policy di Milano di Andrea Calori, ricercatore che opera con la FAO e si occupa di politiche di sviluppo locale partecipato e autosostenibile; e su “Expolis”, app che mette in rete il pane invenduto dalle panetteria direttamente dallo smartphone per poterlo ridistribuire ai senzatetto, di Gianluca Stocchetti della Ronda della Carità. Seguono la presentazione di “Don’t play with food”, campagna contro lo spreco alimentare con 5 spot realizzati dalla Scuola di Cinema di Milano, con il noto regista pubblicitario e di fiction Carlo Sigon; e lo showcooking dello chef di Un Posto a Milano, Nicola Cavallaro, affiancato dal panettiere Davide Longoni, con dimostrazione su come preparare piatti gustosi con il pane secco. La serata chiude in terrazza con l’Aperitivo a Zero Rifiuti con le specialità del ristorante “Un posto a Milano” e i vini biodinamici di Alois Lageder.

INCONTRI Sabato, alle 10.30, si parla di un argomento prezioso: quello degli imballaggi. Nell’incontro “Qual è il valore del packaging?” i direttori generali dei Consorzi Nazionali (Cial, Corepla, Rilegno, Consorzio Ricrea e Comieco) fanno una fotografia sullo stato dell’arte della raccolta differenziata in Italia. Paolo Tamborrini del Politecnico di Torino spiega nel dettaglio l’esposizione “Nudi o vestiti?” indagando il ruolo del packaging come strumento di comunicazione. Marinella Levi di +Lab del Politecnico di Milano affronta il tema dello sviluppo delle tecnologie digitali con “Contenitori e stampanti 3D”, mentre Alice De Cesaro e Francesca Maccarone Fsc Italia lanciano il concorso “Orti moderni: quando il packaging è responsabile”, terza edizione del “FSC Italia Design Award: la foresta in una stanza”.

Ad approfondire il tema del rapporto tra imballaggio, vino e sostenibilità l’intervento “Nuovi orizzonti nel packaging del vino” di Carlos Veloso dos Santos, Direttore Generale Amorim Cork Italia, azienda che fornisce di tappi in sughero le cantine di tutto il panorama nazionale. L’Italia è il secondo paese imbottigliatore al mondo e per questo Amorim porta avanti la campagna “Etico” che prevede la raccolta di tappi in sughero usati: il sughero raccolto è destinato a diventare nuovamente preziosa materia prima in innumerevoli applicazioni che spaziano dalla bioedilizia alla meccanica aerospaziale, dal design all’architettura e all’abbigliamento, fino alla produzione di materiali assorbenti destinati al recupero di liquidi inquinanti dispersi nell’ambiente.

RIUSO E RICICLO Durante Giacimenti Urbani è possibile lasciare presso l’area dedicata, “L’angolo del buon retiro”, lampadine a basso consumo, neon esausti, tappi di sughero e vasetti in plastica da rinvaso da 20 e 15 cm.

MOSTRE Durante l’incontro “Qual è il valore del packaging?”, s’inaugura la mostra “Less is more” dedicata agli imballaggi, universo che costituisce di per sé circa il 30-35% dei rifiuti prodotti ogni anno in Italia. Attraverso le realtà ospitate è possibile scoprire come un’attenta sensibilizzazione sul tema packaging può contribuire a ridurlo o ad incrementarne il valore, lavorando sulla tecnologia, alla funzione e alla sostenibilità.

Di particolare interesse il progetto “Nudi o vestiti? Comunicare con il packaging” del Politecnico di Torino-Dipartimento Architettura e Design – Club della Comunicazione, curato da Paolo Tamborrini e Silvia Barbero, con oltre 30 esempi di pack significativi contraddistinti da 7 linee guida: riduzione, uso della tecnologia, materiale, informazione, onestà comunicativa, riuso e riciclo, flessibilità.

Si affianca a questa “Ri-pack”, tesi di laurea di Valeria D’Alessandro della Scuola del Design del Politecnico di Milano (prof. Valeria Bucchetti), che propone un marchio per contraddistinguere i contenitori riutilizzabili per altre funzioni, con l’aiuto d’indicazioni d’uso. In mostra anche carte alternative ricavate dalle alghe e da scarti alimentari, che colorano la carta stessa, di Paper&People e scatole in Caudex, un foglio ricavato dagli sfridi di legni pregiati. Sarà poi presentato “Negozio Leggero”, una catena di franchising che rappresenta il primo esempio in Italia di esercizio commerciale che vende prodotti sfusi e promuove la ricarica dei contenitori.

“L’altra possibilità! Perché è importante differenziare acciaio, alluminio, carta, legno e carta?” E’ una mostra didattica che attraverso esempi esemplificativi cerca di sciogliere i nodi critici della raccolta differenziata con i consorzi nazionali per la raccolta, il recupero e il riciclo della carta, dell’acciaio, dell’alluminio e della plastica del legno.

APERITIVO Ad incentivare il recupero di sughero alle ore 19.00 ci sarà il “Sugheritivo”. Per l’occasione a chi porterà un tappo di sughero verrà offerto un bicchiere di vino, con degustazione di pane e olio. L’iniziativa si inserisce nella campagna “Io sto con il sughero” sostenuta dall’Associazione Portoghese dei Produttori di Sughero, in collaborazione con Rilegno, Typuglia e l’Azienda Agricola Cascina Sant’Alberto. Il messaggio è chiaro: diviso da altri rifiuti e correttamente smaltito, il sughero può tornare nelle nostre case sotto le più svariate forme.

L’evento è un progetto di Donatella Pavan e Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna, nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. In collaborazione con Giovanna Fra. Sponsor: Amorim Cork Italia, Cial, Comieco, Consorzio Ricrea, Corepla, Rilegno. Main sponsor tecnici: Alois Lageder, Artemide, Caudex, Davide Longoni, Ecozema, NidoBoard, Paper&People, Smurfit Kappa, Tesa, Typuglia e Un posto a Milano.

Scarica il press kit Giacimenti Urbani

Agenzia PressPlay
Agenzia PressPlay

Comments are closed.